Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Modulo Neuropsichiatria Infantile VIII

Oggetto:

Child Neuropsychiatry VIII

Oggetto:

Anno accademico 2020/2021

Codice dell'attività didattica
MED3026A
Docente
Dott.ssa Lorella Tornetta (Docente Titolare dell'insegnamento)
Insegnamento integrato
Corso di studi
[f070-c709] TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL'ETÀ EVOLUTIVA)
Anno
3° anno
Periodo didattico
Da definire
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
1
SSD dell'attività didattica
MED/39 - neuropsichiatria infantile
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Prerequisiti

E’ auspicabile possedere nozioni di base sulla clinica delle paralisi cerebrali infantili e sulla loro storia naturale, sullo sviluppo cognitivo e relazionale del bambino, sull’ICF.

Requirement: basic knowledge of clinical approach to ICP and of its natural progression, of cognitive and relational development in childhood, of ICF
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi


L’insegnamento si propone di fornire allo studente informazioni in merito alle diverse scelte terapeutiche possibili riguardo ai principali problemi connessi alle paralisi cerebrali infantili (spasticità, scoliosi, postura) e ai possibili ambiti di ricerca clinica, di motivare all’utilizzo delle scale di valutazione standardizzate, dei sistemi classificativi e delle scale di valutazione funzionale. Gli obiettivi principali di tale insegnamento sono quelli di aiutare lo studente a sviluppare la capacità di orientarsi nell’analisi dei segni e dei compensi, partendo dal quesito clinico, per comprendere il razionale delle scelte terapeutiche più appropriate, di conoscere i criteri per orientarsi nella scelta degli strumenti di valutazione e dei sistemi classificativi più appropriati allo scopo, di conoscere le scale di valutazione funzionale, di orientarsi sul come affrontare con i genitori il tema dei trattamenti alternativi.

The class goal is to provide the students with the information about the different possible therapeutical choices in dealing with main problems linked to infant cerebral palsy (spasticity, scoliosis, posture) and regarding the possible areas of clinical research. Secondly the course encourage the usage of standard and functional valutational schemes and of system of classification. Main targets are to help students in developing orientation in signs analysis and compensations aiming to understand reasons behind proper therapeutical choices, to provide the tools to choose the most appropriate systems for classification and evaluation, to know the functional valutational patterns and to learn basic notions about  facing the theme of alternative treatments with parents.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell’insegnamento i risultati attesi sono che lo studente possa acquisire gli strumenti di base per essere in grado di:

  • Elaborare un ragionamento clinico partendo da un quesito diagnostico; 
  • Orientarsi nell’analisi dei segni e dei compensi per comprendere il razionale della scelta terapeutica;  
  • Valutare in modo critico e circostanziato vantaggi e svantaggi delle proposte terapeutiche a disposizione in relazione alle problematiche cliniche;
  • Comprendere e sostenere l’importanza dell’aggiornamento professionale e dell’attenzione critica anche alle nuove proposte;
  • Orientarsi nella scelta del sistema di classificazione e delle scale di valutazione più appropriate allo scopo;
  • Orientarsi nell’utilizzo delle scale di valutazione funzionale e della GAS nella pratica clinica.

At the end of the class the student is expected to know the basic tools to:

  • Elaborate a clinic thinking starting from a diagnostic question;
  • Learn the basic in sign and compensation analysis in order to understand the possible therapeutical choices;
  • Critically evaluate pros and cons of therapeutical proposal and linking them to clinical problems;
  • Understand and sustain the importance of professional update and of a critical attention to new proposal;
  • Basics behind the choice of the most appropriate classification and evaluative systems;
  • Basics in the usage of functional evaluation and of the GAS in clinic.
Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali con l’uso di presentazioni in power point e valutazione di casi clinici esemplificativi videoregistrati (di cui di dispone del consenso informato da parte dei genitori per uso didattico).

Si informano gli Studenti che, in ottemperanza alle indicazioni dell’Ateneo, in caso di situazioni di emergenza particolari le modalità di svolgimento dell’Attività Didattica potranno subire delle variazioni. 
Nello specifico, le Attività Didattiche potrebbero avvenire a distanza mediante piattaforme multimediali

Frontal lectures following a power point lead and evaluation of recorded clinical cases (of which is available parent’s authorization).

We inform the students that due to the situation of emergency the methods can be modified. Particularly, it is likely for the lectures to be held on online platforms.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Al termine dell’insegnamento è previsto un accertamento conclusivo e certificativo. Essendo un insegnamento parte di moduli articolati, la valutazione finale del profitto è unitaria e collegiale. Con il superamento dell’esame o della verifica lo studente consegue i CFU attribuiti all’attività formativa in oggetto.

La valutazione dell’insegnamento verterà su tutti gli argomenti trattati nel corso dell’insegnamento e sarà sostenuta nell’arco della giornata fissata per l’appello con modalità scritta.

L’esame scritto prevede un set di 15 domande a risposta multipla, proposte in modo randomizzato ai singoli studenti. Ad ogni risposta esatta sarà attribuito un punteggio di 2 punti. In caso di errore saranno attribuiti 0 o 1 punto a seconda della gravità dell’errore. Per superare la prova è necessario rispondere correttamente ad almeno 9 domande.

La valutazione finale sarà formulata in trentesimi e, a condizione che per i contenuti di ogni modulo sia raggiunta la piena sufficienza, la media ponderata verrà proposta allo studente. In caso di non accettazione, lo studente dovrà sostenere nuovamente l’intero appello.

Si informano gli Studenti che, in ottemperanza alle indicazioni dell’Ateneo, in caso di situazioni di emergenza particolari le modalità di verifica dell’apprendimento potranno subire delle variazioni. La prova d’esame potrà avvenire in modalità orale a distanza o in modalità scritta tramite piattaforme multimediali. 

At the end of the class is planned an end test. The class is part of a module therefore the evaluation will be unified and collective. Whether the student passes the exam he will receive the linked CFU.

The end test will evaluate all the topics seen during the lectures and is planned to be a writing test.

The exam contains 15 random multichoice questions. Every question is worth 2 point. A wrong answer can be evaluated 0 or 1 point based on the gravity of the mistake. In order to pass the student must answer a minimum of 9 right question.

The final score will be out of thirty and taking into account that every part is sufficient the weighted average will be proposed to the candidate. If the student does not accept he must repeat the whole test.

We inform the students that due to the situation of emergency the methods can be modified. Particularly, it is likely for the test to be held on online platforms and in that case it can be both writing or oral.

Oggetto:

Attività di supporto

Non previste

Not planned

Oggetto:

Programma

  • Il razionale dell’uso delle scale di valutazione e delle classificazioni nella pratica clinica e nella ricerca;
  • Le scale di valutazione funzionale (GMFCs, MACS, MiniMACS, EDACs, CFCs, VFCs);
  • Gli strumenti diagnostici per la valutazione del ritardo mentale e suo significato in ambito clinico riabilitativo;
  • La gestione clinica della spasticità nelle PCI: il trattamento farmacologico generalizzato, focale (tossina botulinica, onde d’urto, vibrazioni-crosytem), distrettuale (baclofen intratecale); il trattamento chirurgico ortopedico (chirurgia ortopedica funzionale); il trattamento neurochirurgico (rizotomia posteriore selettiva). Cenno all’utilizzo della robotica nel trattamento riabilitativo;
  • La scoliosi nelle PCI (valutazione clinica e indicazioni al trattamento ortesico e chirurgico);
  • La scoliosi nelle malattie neuromuscolari (analogie e differenze con i quadri di PCI e di sindromi disgenetiche nel trattamento ortesico e chirurgico);
  • Principali problematiche relative alla prescrizione di ausili e ortesi;
  • Le terapie alternative e complementari per le paralisi cerebrali infantili (Adeli, Peto, Castagnini-Vojta, Thera suit, Crosystem, ippoterapia, velaterapia …) come affrontare con i genitori la ridondanza di informazioni a cui sono esposti tramite internet ed il tema dell’alternativa o della complementarietà al trattamento.

  • The logic behind the usage of evaluative systems and classification in clinical practice or research;
  • Functional evaluative systems (GMFCs, MACS, MiniMACS, EDACs, CFCs, VFCs);
  • Tools for diagnosis of mental retardation and its meaning in a clinical environment;
  • Clinical managing of spasticity in PCI: general drugs treatments, focal (botulinum toxin, shock waves, crosytem vibrations), by district (intrathecal baclofen), functional orthopedic surgical treatment, neurosurgical treatment (posterior selective rhizotomy). Overview of the usage of robotics in rehabilitative treatment;
  • Scoliosis in PCI (clinical evaluation and indication to orthesic and surgical treatment;
  • Scoliosis in neuromuscular diseases (analogy and differences with orthesic and surgical treatment in ICP and genetics syndromes);
  • Main complexity in orthesis prescription;
  • Alternative and complementary therapy in ICP (Adeli, Peto, Castagnini-Vojta, Thera suit, Crosystem, hippotherapy,velaterapia , …).  How to face with parents the variety of informations they are exposed on the internet and the theme of alternative and complementarity of treatments.
Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

La fisioterapia nella paralisi cerebrale infantile (di Giulia Borelli e Rita Neviani) Ed. Springer

La fisioterapia nella paralisi cerebrale infantile. La funzione cammino (di Giulia Borelli e Rita Neviani)

Ed Springer

L'arto inferiore nella paralisi cerebrale infantile. Semiotica e chirurgia funzionale (di Adriano Ferrari e

Sandro Reverberi) Ed. Springer

The Spastic Forms of Cerebral Palsy: A Guide to the Assessment of Adaptive Functions by Adriano

Ferrari (di Adriano Ferrari; Giovanni Cioni) Ed. Springer

L'arto superiore nella paralisi cerebrale infantile. Aspetti clinici e possibilità terapeutiche (di Adriano

Ferrari) Ed. Springer

LETTURE CONSIGLIATE:

Il libro di Alice Edizioni Rizzoli – Alice Sturiale

Nati due volte Oscar Mondadori – Giuseppe Pontiggia

L’Arca di Nina Edizioni TEA – Anna Sartorio

Laura Edizioni Le Maschere Marsilio – Giovanna Cavalletti

Nato piccino picciò Ed. Le Lettere – M. Letizia Pignotti

Avremo Cura di Te Edizioni Diderotiana – Giovanna Cacciato et al.

 

Sull’area riservata del sito del corso di laurea sono a disposizione degli studenti le presentazioni in power point utilizzate per le lezioni, gli eventuali materiali bibliografici o sotto forma di dispensa che possono essere utili all’apprendimento.


On the private area of platform UNITO are available the power point presentations and eventual further material.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 23/01/2021 14:42
Location: https://evolutiva.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!